CONTRATTO  DI  ISTITUTO

Anno Scolastico 2010/11

 

·         ·        SULLE MODALITA’ DI UTILIZZO DEL PERSONALE IN RAPPORTO AL POF

·         ·         SUI CRITERI DI ASSEGNAZIONE DI DOCENTI E ATA ALLE DIVERSE SEDI

·         ·         SULLE MODALITA’ DI APPLICAZIONE DEI DIRITTI SINDACALI

·         ·         SULL’ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA DELLA SICUREZZA

·         ·         SUI CRITERI RELATIVI ALL’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL’ARTICOLAZIONE DELL’ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE  ATA

·         ·         SULL’IMPIEGO DELLE RISORSE DEL FONDO DELL’ISTITUZIONE SCOLASTICA

 

Tra

Il Dirigente Scolastico Prof. Silvio Gandini

in rappresentanza della parte pubblica

e

i componenti della RSU

prof.ssa Nicoletta Mei per la CISL territoriale

prof.ssa Margherita Modenese per la GILDA territoriale

prof. Giovanni Diliberti per la CGIL territoriale

Prof. Bares Corrado CGIL Provinciale

Prof. Corradini Paola delegata SNALS Provinciale

Il giorno 24 novembre 2010, alle ore 12.40, presso il Liceo Statale “Giovanni Cotta” di Legnago (VR), in sede di contrattazione integrativa tra la parte pubblica firmataria della presente intesa nella persona del Dirigente Scolastico, prof. Silvio Gandini e i componenti della RSU d’Istituto, prof.ssa Nicoletta Mei, prof.ssa Margherita Modenese, sig.ra Patrizia Segantini

 

VISTO IL CCNL del 29.11.2007;

VISTA la sequenza contrattuale FIS del 08.04.2008;

VISTA la sequenza contrattuale ATA del 25.07.2008;

VISTO l’Accordo MIUR-OO.SS. del 20.10.2008 (secondo accordo sulle posizioni economiche pers. ATA);

VISTO IL CCNL 23.01.2009 – biennio economico 2008-2009;

VISTO L’Accordo MIUR-OO.SS. del 12.03.2009 (accordo sulla seconda posizione economica pers. ATA).

VISTO l’Accordo Nazionale MIUR – OO.SS. del 18.11.2009;

VISTA l’intesa MIUR-OO.SS. del 18.05.2010 sulla ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62 e 87 CCNL 2006/2009:

VISTA la nota MIUR 9245 del 21.09.2010

CONSIDERATO quanto già concordato nelle precedenti sedute del 12.10.2010, 21.10.2010, 26.10.2010, 18.11.2010

CONSIDERATO che il Collegio Docenti ha predisposto il Piano Complessivo delle attività che caratterizzano l’offerta Formativa del Liceo “Cotta” in data 05.10.2010

CONSIDERATO che il Consiglio d’Istituto ha valutato positivamente il Piano dell’Offerta Formativa deliberandone le varie attività ritenendole coerenti con i principi ispiratori del POF d’Istituto in data 08.10.2010

 

CONSIDERATO l’organico di diritto dell’anno scolastico 2010/11 (portale SIDI)

CONSIDERATE le varie strutture cui è composta l’Istituzione Scolastica;

CONSIDERATO che, sulla base delle norme ora vigenti, e preso atto delle risorse disponibili, il fondo d’istituto viene così determinato:

 

Parametri per la determinazione del budget del FIS

 

Docenti Sc. Sec. II° grado in organico di diritto AL 01.09.2010

79

Personale ATA in organico di diritto al 01.09.2010

 

25

TOTALE PERSONALE

 

 

 

 

104

 

 

 

 

 

 

 

SEDI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO

 

 

1

 

 

 

 

 

 

 

 

Parametri per la determinazione I.D al DSGA

(parte variabile a carico del FIS - art. 3 sequenza ATA)

 

n. addetti

 

importo unitario

lordo dipendente

lordo stato

104

x

30,00

3.120,00

 

parametri aggiuntivi

650,00

 

 

 

 

3.770,00

5.002,79

 

 

 

DETERMINAZIONE FONDO ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2010/11

 

 

 

 

SPESA FONDO ISTITUTO ANNO SCOL. 2009/10

LORDO STATO

1

FONDO DOCENTI COMPRESI CORSI DI RECUPERO

144.276,51

2

FONDO ATA COMPRESI CORSI DI RECUPERO

25.483,64

3

INDENNITA' DIREZIONE

 

5.082,51

4

TOTALE   SPESA  ANNO SCOL. 2009/10   (1+2+3)

174.842,66

5

assegnazione compresi corsi di recupero

171.961,80

6

economia anno scol. 2008/09

 

35.063,31

7

TOTALE  A DISPOSIZIONE A.S. 2009/10  (5+6)

 

 

207.025,11

8

economia fondo totale a.s. 09/10 (7-4)

32.182,45

 

CALCOLO FONDO ISTITUTO ANNO SCOL. 2010/11

 

9

previsione in base ai parametri anno scol. 10/11:

 

10

n. 1 punto di erogazione del servizio

4.056,00

11

n. 104 organico personale 

104x802,00

83.408,00

12

n. 79 docenti org. Diritto

79x857,00

67.703,00

 

 

 

budget totale

155.167,00

13

INDENNITA' DIREZIONE DSGA

(in diminuzione)

5.002,79

14

FONDO ISTITUTO ANNO SCOL. 2010/11

150.164,21

15

TOT. FONDO COMPRESA ECONOMIA-da ripartire (8+14)

182.346,66

 

FUNZIONI STRUMENTALI

quota base

 

3.006,33

€ 110 per n. docenti organico di diritto

109,91 x 79

8.682,89

TOTALE FUNZIONI STRUMENTALI

 

11.689,21

 

INCARICHI AGGIUNTIVI:

€ 25,00  per n. posti organico ATA

25x268,06

 

6.433,44

Economia anno scol. precedente

 

366,67

TOTALE INCARICHI AGGIUNTIVI

 

6.800,11

 

ORE PRATICA SPORTIVA: l’utilizzo di tali risorse è legato all’effettiva attivazione dei progetti di avviamento alla pratica sportiva che saranno oggetto di specifica rilevazione da parte della Direzione Generale (art. 4 preintesa 18.11.2009)

€ 3.000,00 per n. docenti ed. fis. Organico diritto

3.044,90 x 5

15.224,50

TOTALE PRATICA SPORTIVA

 

15.224,50

INFORMAZIONE SUL MONTE ORE PERMESSI RSU:

Monte ore permessi sindacali anno scol. 2010/11: ore 42 minuti 04 secondi 30

 

LE PARTI RAGGIUNGONO LA SEGUENTE INTESA

E STIPULANO IL PRESENTE CONTRATTO DI ISTITUTO

 

PARTE PRIMA

 

1.     1.     MODALITA’ DI UTILIZZO DEL PERSONALE IN RAPPORTO AL POF

Per l’attuazione del Piano dell’Offerta Formativa d’Istituto il personale docente e ATA sarà utilizzato per le diverse funzioni e mansioni nelle varie attività in relazione a quanto deliberato dal Collegio Docenti (per i docenti), alle competenze, alla disponibilità accertata e all’adesione alle diverse commissioni (per entrambe le componenti).

Nell’ambito del proprio incarico, si autorizza il personale al trasferimento nelle varie sedi per esigenze di servizio.

 

2.     2.      CRITERI DI ASSEGNAZIONE DI DOCENTI E ATA ALLE DIVERSE SEDI

Data la particolare situazione logistica dell’Istituto, dislocato in due sedi, si concorda che per i docenti essi verranno assegnati alle classi dal dirigente scolastico sulla base dei criteri proposti dal Collegio Docenti, mentre per quanto riguarda il personale ATA l’assegnazione avverrà in relazione al carico di lavoro richiesto da ciascuna sede, tenendo conto delle esperienze maturate negli anni precedenti e delle attitudini personali. Tale valutazione spetterà al DSGA, e ciò anche nel caso in cui, rispetto alla situazione attuale, si rendano disponibili dei posti in una sede per cessazione dal servizio di qualche unità o per aumento del numero del personale.

 

3.     3.     CHIUSURE PRE-FESTIVE e FERIE PERSONALE ATA

Vengono concordati i seguenti giorni di chiusura prefestiva (deliberati dal Consiglio d’Istituto nella seduta del 08.10.2010)  soggetti prioritariamente a recupero delle ore lavorate in più, in subordine con giornate di ferie maturate o con modalità riferite a rientri pomeridiani secondo esigenze di servizio da effettuarsi entro i 2 mesi successivi: 24 dicembre 2010, 31 dicembre 2010, 02 gennaio 2011, 23 aprile 2011, 14 agosto 2011.

Per quanto riguarda la fruizione delle ferie, nel caso di più richieste per lo stesso periodo si terrà conto delle ferie usufruite negli anni precedenti, avendo riguardo ai criteri della disponibilità e della rotazione.

 

4.     4.     CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER AGGIORNAMENTO

La fruizione dei permessi per l’aggiornamento è consentita per attività di formazione attuate dall’Amministrazione o da altri enti accreditati e compatibilmente con le esigenze di servizio; si fa propria inoltre la contrattazione regionale in materia di fruizione di tali permessi.

 

 

5.     5.     MODALITA’ DI APPLICAZIONE DEI DIRITTI SINDACALI

In occasione di indizione di assemblee sindacali in orario di lavoro, si conviene che dovrà essere garantita la presenza in servizio di almeno un collaboratore scolastico per ciascuna sede, individuato sulla base della disponibilità manifestata ed eventualmente della graduatoria inversa, scorsa a rotazione a prescindere dalle sedi di servizio di ciascuno.

 

6.     6.     ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA

Relativamente alla nomina del R.L.S., i componenti delle R.S.U. confermano tale figura nella prof.ssa Margherita Modenese. Per quanto riguarda gli addetti al primo soccorso, all’antincendio e al sostegno all’handicap, sono già stati individuati e nominati per ciascuna sede in base ai requisiti posseduti dai singoli e alla presenza nelle diverse sedi.

 

7.     7.     CRITERI RELATIVI ALL’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ALL’ARTICOLAZIONE DELL’ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA

Le parti concordano l’organizzazione del lavoro e l’articolazione dell’orario per i docenti secondo i criteri discussi in Collegio Docenti e per il personale ATA in rapporto alle esigenze di servizio e al Piano dell’Offerta Formativa. In particolare l’orario di apertura della scuola è fissato dalle 7.30 alle 14.00, garantendo in questo modo la realizzazione delle finalità e degli obiettivi stabiliti dal Piano dell’Offerta Formativa del Liceo “Cotta”. Pertanto il servizio del personale ATA si articolerà in modo flessibile con le modalità definite nel piano di lavoro del personale ATA, predisposto dal DSGA  e allegato al presente contratto, che ne costituisce parte integrante.

L’anticipazione o il posticipo dell’orario d’inizio o termine del proprio turno di servizio sono consentiti solo per motivate esigenze familiari particolari o per inderogabili esigenze di servizio. Eventuali richieste verranno prese in considerazione e valutate singolarmente in relazione alle prioritarie esigenze dell’organizzazione e del funzionamento scolastico. Per effettuare orario straordinario è necessaria preventiva ed espressa autorizzazione.

PARTE SECONDA

 

8.     8.     IMPIEGO DELLE RISORSE DEL FONDO DELL’ISTITUZIONE SCOLASTICA

In relazione all’utilizzo delle risorse del fondo dell’istituzione scolastica, le parti concordano quanto segue:

 

Art. 1 – Criteri generali per l’impiego del fondo dell’istituzione scolastica

-          -         Le risorse finanziarie considerate al lordo statoriferite al fondo d’istituto l’anno scol. 2010/11, come sopra determinato, verranno utilizzate con le seguenti modalità:

-          -         Il fondo di istituto viene così suddiviso: € 5.002,79 al DSGA quale quota di Indennità di Direzione definita in base ai parametri di cui all’art. 3 della sequenza ATA, una quota destinata ai docenti (all. 1) di € 149.901,50 e una quota al personale ATA (all.2)  di € 32.445,15 che viene suddivisa tra le diverse figure professionali, in base alle esigenze rilevate nel POF e nel piano attività ATA correlato al POF con un arrotondamento di € 0,01.

 

 

 

Art. 2 - Misura dei compensi ai docenti collaboratori del Dirigente Scolastico

-          -         Alla docente collaboratrice con funzione vicaria prof.ssa Quaglia Chiara: € 5.838,80

-          -         Al docente collaboratore prof. Guglielmi Nicola il compenso di € 2.919,40

-          -         Ai docenti che supportano il DS € 2.136,74

-          -         Per un totale di € 10.894,94

 

Art. 3 – Funzioni strumentali al piano dell’offerta formativa

In esecuzione della delibera del Collegio Docenti che ha attivato 6 Funzioni strumentali al POF, il compenso stabilito dall’accordo MIUR-OO.SS. del 18.11.2009  è pari ad € 11.689,21

 

Art. 4– Suddivisione del fondo ATA per attività e progetti

Viene stabilita la suddivisione della quota ATA di cui all’art. 1, comma 2, della presente intesa. La ripartizione viene riportata nell’allegato 2 – piano delle attività

 

Art. 5 Criteri ripartizione incarichi aggiuntivi personale ATA

Il compenso stabilito per il personale ATA, e determinato secondo le disposizioni di cui all’accordo MIUR-OO.SS., oltre alle funzioni non attribuite nell’anno scol. precedente, verrà attribuito a coloro i quali svolgeranno le mansioni riportate all’allegato 2 – piano delle attività – importo previsto € 6.800,11

 

Art. 6 Criteri attribuzione per l’accesso al fondo e agli incarichi aggiuntivi personale ATA

Il personale ATA accederà al fondo d’Istituto sulla base dei seguenti criteri:

-          -         disponibilità manifestata;

-          -         competenza specifica accertata dal DSGA in relazione all’attività da attribuire;

-          -         esperienza specifica pregressa;

-          -         partecipazione a commissioni previste dal POF.

Al personale ATA verranno assegnati incarichi aggiuntivi su domanda che risponda ai requisiti richiesti per l’espletamento del compito. Tali requisiti sono:

-          -         possesso di diploma o attestato inerente alla funzione richiesta;

-          -         esperienze precedenti.

In caso di presentazione di più domande per la stessa funzione e a parità di requisiti da parte dei richiedenti, si procederà nel modo seguente:

-          -         accertamento, da parte del DSGA, della competenza specifica in relazione all’attività richiesta;

-          -         attitudine all’espletamento dell’incarico;

-          -         graduatoria interna.

Sono altresì previsti n. 5 assistenti amministrativi, n. 1 assistente tecnico e n. 11 collaboratori scolastici beneficiari dell’art. 7 a cui vanno attribuiti incarichi riportati nell’allegato 2 – piano delle attività ATA predisposto dal DSGA. E’ inoltre in possesso della posizione economica ex art. 7 n. 1 Collaboratore Scolastico titolare in questa scuola, ma in servizio preso altra sede.

 

Art. 7 Ore attività sportiva: l’utilizzo di tali risorse è legato all’effettiva attivazione dei progetti di avviamento alla pratica sportiva che saranno oggetto di specifica rilevazione da parte della Direzione Generale (art. 4 preintesa 18.11.2009).

Le ore effettuate dai docenti verranno compensate nella misura oraria, maggiorata del 10%,  prevista dall’art. 70 CCNL 4.8.1995 e nei limiti dei finanziamenti assegnati.

 

Art. 8 Le parti concordano che:

 - in caso di non utilizzo o utilizzo parziale di quote o pacchetti previsti dalla presente intesa relativamente all’utilizzo delle risorse del fondo dell’istituzione scolastica, queste andranno a compensare attività svolte (e documentate) per un impegno superiore a quello per cui è stato stabilito il compenso.

- a fronte di ulteriori erogazioni da parte del MIUR di risorse specifiche, il nuovo finanziamento sarà oggetto di ulteriore contrattazione con la RSU al fine di remunerare attività aggiuntive al momento impreviste o imprevedibili o, in modo proporzionale le attività in essere.

- Per i compensi accessori dovuti al personale per attività finanziate con fondi diversi dal Fondo d’Istituto, in mancanza dell’individuazione del Collegio Docenti, la nomina dei docenti coinvolti nelle iniziative e destinatari dei finanziamenti, nonché la ripartizione dei fondi, è a discrezione del D.S. in base all’impegno effettivo.

 

Le parti si impegnano inoltre a riconvocarsi per l’adeguamento del contratto, qualora vengano emanate nuove disposizioni dal MIUR.

 

Maggiori o minori risorse modificheranno il budget.

 

Allegati al contratto che ne costituiscono parte integrante:

- Allegato 1 prospetto suddivisione del fondo docenti per attività e progetti.

- Allegato 2 piano delle attività ATA.

 

 

    Per la parte pubblica                                          per la R.S.U                              .

IL DIRIGENTE SCOLASTICO                          C.I.S.L. Prof.ssa Mei Nicoletta

   Prof. Silvio Gandini                                        _____________________    

        

                                                                  GILDA Prof.ssa Modenese Margherita

                                                                      _______________________

 

                                                                  C.G.I.L. Prof. Giovanni Diliberti

                                                                      _______________________

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Allegato 1  - Suddivisione del fondo docenti per attività e progetti

 

 

DESCRIZIONE PROGETTI E ATTIVITA' ANNO SCOL. 2010/11

n. ore

importo orario

totale lordo dipendente

totale lordo stato

Accoglienza

10

17,50

175,00

232,23

Audiolibro

20

17,50

350,00

464,45

Anniversario "Cotta"

90

17,50

1.575,00

2.090,03

Approfondimenti Chimica

0

17,50

0,00

0,00

Approfondimenti Chimica - ore frontali

30

35,00

1.050,00

1.393,35

Archeologia

30

17,50

525,00

696,68

Arte, creatività e benessere

20

17,50

350,00

464,45

A scuola di libertà

5

17,50

87,50

116,11

Biblioteca

150

17,50

2.625,00

3.483,38

cinema e filosofia

50

17,50

875,00

1.161,13

Certificazioni linguistiche

30

35,00

1.050,00

1.393,35

CLIL - ore frontali

20

35,00

700,00

928,90

Comitato scientifico-didattico

80

17,50

1.400,00

1.857,80

Commissione IDEI-ADEI

60

17,50

1.050,00

1.393,35

Commissione orario

230

17,50

4.025,00

5.341,18

Commissione POF

20

17,50

350,00

464,45

Commissione stages

60

17,50

1.050,00

1.393,35

Coordinatori classi non terminali

136

17,50

2.380,00

3.158,26

Coordinatori Classi terminali

70

17,50

1.225,00

1.625,58

Coordinatori di dipartrimento

40

17,50

700,00

928,90

ECDL

100

17,50

1.750,00

2.322,25

Educazione alla salute

50

17,50

875,00

1.161,13

Giornalino

60

17,50

1.050,00

1.393,35

Gruppo corale e strumentale e coreutico

80

17,50

1.400,00

1.857,80

Kangourou matematica

10

17,50

175,00

232,23

Intercultura

4

17,50

70,00

92,89

Laboratorio chimica

12

17,50

210,00

278,67

Laboratorio fisica

12

17,50

210,00

278,67

Laboratorio informatica e multimediale

24

17,50

420,00

557,34

Laboratorio linguistico

12

17,50

210,00

278,67

Laboratorio microscopia

6

17,50

105,00

139,34

Laboratorio poesia

20

17,50

350,00

464,45

Laboratorio psicologia

12

17,50

210,00

278,67

Linguaggio dei segni

2

17,50

35,00

46,45

modulo storia dell'arte

33

35,00

1.155,00

1.532,69

Multimedialità  

45

17,50

787,50

1.045,01

Neogreco

20

17,50

350,00

464,45

Orientamento entrata

500

17,50

8.750,00

11.611,25

Orientamento uscita e tandem

36

35,00

1.260,00

1.672,02

Orientamento uscita e tandem

58

17,50

1.015,00

1.346,91

Patentino

55

17,50

962,50

1.277,24

Progetto handicap

20

17,50

350,00

464,45

Positiva-mente/competenze

41

17,50

717,50

952,12

Responsabile palestre

12

17,50

210,00

278,67

Scambi culturali

30

17,50

525,00

696,68

Simulazioni colloqui classi V

80

17,50

1.400,00

1.857,80

Sportelli/propedeutici/passerelle …

548

35,00

19.180,00

25.451,86

Teatro

100

17,50

1.750,00

2.322,25

Verbalizzanti CdC

88

17,50

1.540,00

2.043,58

viaggio/stages

15

17,50

262,50

348,34

referente attività studentesche

30

17,50

525,00

696,68

Referente Viaggi d'istruzione

60

17,50

1.050,00

1.393,35

Coordinatore viaggi classi IV e V

20

17,50

350,00

464,45

Vicario, collaboratori e incarichi

 

 

8.210,20

10.894,94

CORSI DI RECUPERO

680

50,00

34.000,00

45.118,00

Torale docenti

 

 

112.962,70

149.901,50

Totale ATA

 

 

24.450,00

32.445,15

TOTALE RIPARTIZIONE FONDO

 

 

137.412,70

182.346,65

arrotondamento

 

 

0,00

0,01

 

 

 

137.412,70

182.346,66

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALLEGATO 2

LICEO STATALE  "G. COTTA"

Indirizzi: Classico-Linguistico-Scientifico-Scienze Umane

Viale dei Tigli, 50 - 37045 LEGNAGO VR  tel.0442/20436/22402 - fax 0442/601721

sito:  www.liceocotta.it  e-mail:  info@liceocotta.com

cod.fisc.82000610236

 

                                                                                  AL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                           SEDE

Oggetto: Proposta Piano annuale delle attività di lavoro del personale ATA anno scol. 2010/11, inerente alle prestazioni dell’orario di lavoro, all’attribuzione degli incarichi di natura organizzativa e di quelli specifici, all’intensificazione delle prestazioni lavorative e di quelle eccedenti l’orario d’obbligo e alle attività di formazione.

 

IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ed AMMINISTRATIVI

 

VISTO il D.L.vo 297/94;

VISTO il D.L.vo 626/94;

VISTO il CCNL del 04/09/1995;

VISTO il D.L.vo 242/96;

VISTO il DM 292/96;

VISTO il CCNQ del 07 maggio 1996;

VISTA la Legge 59/1997 art. 21;

VISTO il DM 382/98;

VISTO il DPR 275/1999 art. 14;

VISTO il CCNI del 31/08/1999;

VISTO il D.L.vo 165/2001 art. 25;

VISTO il CCNL del 07/12/2005 artt. 5, 7 e 9;

VISTO l’Accordo MIUR-OO.SS. del 10/05/2006 (primo accordo sulle posizioni economiche);

VISTO il CCNL del 29/11/2007, artt. 46, 47, 50, 51, 53, 54, 62, 66, 88;

VISTO il D.L.vo 81/208;

VISTO il CCNI  sulla formazione del 04/07/2008;

VISTA la Sequenza contrattuale ATA del 25/07/2008;

VISTO l’Accordo MIUR-OO.SS. del 20/10/2008 (secondo accordo sulle posizioni economiche, per ampliamento delle stesse);

VISTO il CCNL 23/01/2009 – biennio economico 2008-2009;

VISTO l’Accordo MIUR-OO.SS. del 12/03/2009 (accordo sulla seconda posizione economica);

VISTO il nuovo regolamento organici del personale ATA anno 2009;

VISTA l’intesa MIUR-OO.SS. del 18.05.2010 sulla ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62 e 87 CCNL 2006/2009:

VISTO il Piano dell’Offerta Formativa per l’anno scol. 2010/11 deliberato dal Collegio dei docenti in data 05/10/2010 e dal Consiglio d’Istituto in data 08/10/2010;

VISTO il Programma Annuale per l’E.F. 2010 approvato con delibera del Consiglio d’Istituto del 12/02/2010;

Considerato l’organico di diritto a.s. 2010/11 relativo al personale ATA e l’adattamento alle situazioni di fatto;

Tenuto conto delle varie strutture cui è composta l’istituzione scolastica;

Tenuto conto del fondo di istituto per l’anno scol. 2010/11;

Considerato che nel corrente anno scolastico si darà continuità ed impulso alla riorganizzazione e all’adeguamento dei servizi amministrativi e ausiliari secondo gli obiettivi del raggiungimento della migliore qualità del servizio reso;

Tenuto conto dell’esperienza e delle specifiche competenze del personale in servizio;

Sentita l’Assemblea ATA del 17 settembre u.s.;

 

PROPONE

 

il sotto indicato piano di lavoro e delle attività del personale amministrativo, tecnico e ausiliario per l’anno scolastico 2010/11.

Il Piano è articolato secondo i sottoriportati segmenti organizzativo-gestionali, per ciascuno dei quali risulta diversamente ripartita la competenza tra Dirigente Scolastico e Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi.

1.     1.     Prestazione dell’orario di lavoro

2.     2.     Disposizioni comuni

3.     3.     Istruzioni di carattere generale

4.     4.     Metodologia di valutazione ed incentivazione

5.     5.     Attività di formazione

Come sopra anticipato, sempre nell’ambito di quanto previsto dal piano, attengono alla funzione dirigenziale del DS la determinazione della prestazione dell’orario di servizio ed, inoltre, l’attribuzione degli incarichi specifici al personale ATA ex art. 47 – 2° comma – del CCNL 29.11.2007, tenendo conto delle posizioni economiche.

Rientrano, invece, nelle competenze dirette del DSGA, l’attribuzione degli incarichi organizzativi in questi compreso l’orario di lavoro, quella per le prestazioni che eccedono l’orario e l’intensificazione del personale ATA.

La formazione, infine, intesa come imprescindibile diritto-dovere del personale ATA a migliorare costantemente i livelli di specializzazione professionale, sarà incentrata su attività di studio e di approfondimento tenendo conto anche delle posizioni economiche e dell’art. 2 CCNL 04/07/2008.

 

1.    1.    PRESTAZIONI DELL’ORARIO DI LAVORO

 

Ai fini di un preciso e corretto svolgimento delle funzioni istituzionali, per consentire la puntuale realizzazione del POF e garantire le necessarie relazioni con l’utenza interna ed esterna, l’orario prevede la prestazione delle attività lavorative in ragione di 36 ore settimanali (o diversamente quantificate per il personale in part-time) funzionalmente strutturate all’orario di funzionamento della scuola.

         Di norma l’organizzazione è pari a 6 ore lavorative continuative antimeridiane per sei giorni. L’orario di lavoro massimo giornaliero è di 9 ore, comprese le eventuali prestazioni aggiuntive. Le ore di servizio pomeridiano prestate a completamento dell’orario d’obbligo devono, di norma, essere programmate per almeno 3 ore consecutive giornaliere, secondo le esigenze di funzionamento della scuola

         Se la prestazione di lavoro giornaliera eccede le sei ore continuative il personale usufruisce a richiesta di una pausa di almeno 30 minuti al fine del recupero delle energie psicofisiche e dell’eventuale consumazione del pasto. Tale pausa deve essere comunque prevista se l’orario continuativo di lavoro giornaliero è superiore alle 7 ore e 12 minuti.

         In quanto autorizzate, compatibilmente con gli stanziamenti d'istituto, le prestazionieccedenti l'orario di servizio sono retribuite con le modalità definite in sede di contrattazione integrativa di istituto.

         Se per la tipologia del profilo o per esigenze di servizio sia necessario prestare l’attività lavorativa al di fuori della sede di servizio, il tempo di andata e ritorno per recarsi dalla sede al luogo di prestazione dell’attività è da considerarsi a tutti gli effetti orario di servizio

         Le diverse tipologie di lavoro prevedono:

Orario di lavoro flessibile:

 

      l’orario di lavoro è funzionale all’orario di servizio e di apertura all’utenza. Individuato l’orario di funzionamento della scuola, è possibile adottare l’orario flessibile di lavoro giornaliero che consiste nell’anticipare o posticipare l’entrata e l’uscita del personale, secondo le necessità connesse alle finalità e agli obiettivi del piano dell’offerta formativa, fruibilità dei servizi da parte dell’utenza, ottimizzazione dell’impiego delle risorse umane.

I dipendenti che ne facciano richiesta e che si trovino in particolari situazioni previste dalle leggi n.1204/71, n.903/77, n.104/92 e d.lgs. 26.03.2001, n.151, vanno favoriti nell’utilizzo dell’orario flessibile compatibilmente con le esigenze di servizio anche nei casi in cui lo stesso orario non sia adottato dall’istituzione scolastica.
         Successivamente potranno anche essere prese in considerazione le eventuali necessità del personale - connesse a situazioni di tossicodipendenze, inserimento di figli in asili nido, figli in età scolare, impegno in attività di volontariato di cui alla legge n.266/91 - che ne faccia richiesta, compatibilmente con l’insieme delle esigenze del servizio, e tenendo anche conto delle esigenze prospettate dal restante personale.

 

Orario plurisettimanale

    La programmazione plurisettimanale dell’orario di lavoro ordinario, è effettuata in relazione a periodi nei quali si prevede un’esigenza di maggior intensità delle attività o particolari esigenze di servizio in determinati settori della scuola, tenendo conto delle disponibilità del personale.

Devono essere osservati i seguenti criteri:

 - il limite massimo dell’orario settimanale non può eccedere le 42 ore e per non più di 3 settimane continuative;

- i periodi di maggiore e di minore concentrazione dell’orario devono essere individuati contestualmente di anno in anno e, di norma, rispettivamente, non possono superare le 13 settimane nell’anno scolastico;

- nei periodi di minor carico di lavoro possono essere attuate mediante riduzione giornaliera dell’orario di lavoro ordinario, oppure attraverso la riduzione del numero delle giornate lavorative.

 

Turnazioni:

- tenuto presente che il personale che si avvicenda in modo da coprire a rotazione l’intera durata del servizio è da considerarsi in turno, per la turnazione devono essere seguiti i sottoindicati criteri:

- la ripartizione del personale nei vari turni dovrà avvenire sulla base delle professionalità necessarie in ciascun turno;

- l’adozione dei turni può prevedere la sovrapposizione tra il personale subentrante e quello del turno precedente (utile per lo scambio di consegne);

- solo in presenza di specifiche esigenze connesse alle attività didattiche e al funzionamento della scuola potrà essere attivato un turno serale che vada oltre le ore 20,00


Ritardi
Il ritardo sull’orario di ingresso al lavoro comporta l’obbligo del recupero entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello in cui si è verificato il ritardo.

In caso di mancato recupero, attribuibile ad inadempienza del dipendente, si opera la proporzionale decurtazione della retribuzione cumulando le frazioni di ritardo fino a un’ora di lavoro o frazione non inferiori alla mezza ora.

Se il dipendente, per esigenze di servizio e previe disposizioni impartite, presta attività oltre l’orario ordinario giornaliero, può richiedere, in luogo della retribuzione, il recupero di tali ore anche in forma di corrispondenti ore e/o giorni di riposo compensativo, compatibilmente con le esigenze organizzative dell’istituzione scolastica. Le giornate di riposo a tale titolo maturate potranno essere cumulate e usufruite nei periodi estivi o di sospensione delle attività didattiche, sempre con prioritario riguardo alla funzionalità e alla operatività dell’istituzione scolastica. In mancanza del recupero, per motivate esigenze di servizio o comprovati impedimenti del dipendente, le ore devono comunque essere retribuite..

L’istituzione scolastica fornirà mensilmente a ciascun dipendente un quadro riepilogativo del proprio profilo orario, contenente gli eventuali ritardi da recuperare o gli eventuali crediti orari acquisiti.

 

Direttore dei servizi generali e amministrativi

L’orario del DSGA, tenuto conto della complessa articolazione, della quantità e della diversificazione degli impegni inerenti e collegati alla gestione ed al coordinamento della generale organizzazione tecnica, amministrativa, contabile, nonché della tenuta e dello svolgimento dei rapporti con gli Organismi centrali e periferici del MIUR, con le altre Istituzioni Scolastiche Autonome, con gli Enti Locali, con gli Organismi Territoriali periferici del MEF, dell’INPDAP, dell’INPS, dell’INAIL, con i Soggetti Pubblici e Privati che attuano forme di paternariato con la scuola, ecc., è oggetto di apposita intesa col Dirigente Scolastico.

L’orario suddetto, sempre nel rispetto assoluto dell’orario d’obbligo, sarà improntato alla massima flessibilità onde consentire, nell’ottica irrinunciabile di una costante, fattiva e sinergica azione di supporto al Dirigente Scolastico, l’ottimale adempimento degli impegni, la massima disponibilità e professionale collaborazione del DSGA per un’azione tecnico-giuridico-amministrativa improntata ai criteri dell’efficacia, efficienza e dell’economicità.

Eventuali prestazioni aggiuntive l’orario di lavoro obbligatorio, saranno autorizzate dal DS e conseguentemente potranno essere retribuite unicamente facendo ricorso a risorse economiche non facenti parte del FIS (es. interessi bancari, fondi Legge 440, contributi di terzi non finalizzati, incarichi specifici) salvo che il DSGA non chieda per le stesse di poter fruire del riposo compensativo (art. 54 – comma 4 – CCNL 29/11/2007).

 

Assistenti Tecnici

L’orario di lavoro degli assistenti tecnici è articolato nel seguente modo:
a) assistenza tecnica alle esercitazioni didattiche per almeno 24 ore in compresenza del docente;
b) le restanti 12 ore per la manutenzione e riparazione delle attrezzature tecnico - scientifiche del laboratorio o dei laboratori cui sono addetti, nonché per la preparazione del materiale di esercitazione.

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 5 dello schema D.I. 17 giugno 2009 contenente le disposizioni circa la definizione dei criteri e dei parametri per la determinazione degli organici del personale ATA e la consistenza della dotazione organica per l’anno scol. 2010/2011, nei periodi di sospensione dell’attività didattica gli assistenti tecnici possono essere utilizzati oltre che in attività di manutenzione del materiale tecnico-scientifico-informatico dei laboratori, officine, reparti di lavorazione o uffici di loro competenza, anche in attività di manutenzione straordinaria del predetto materiale e in attività di supporto alla didattica, necessarie per l’ordinato e puntuale avvio dell’anno scolastico.

 

Orario antimeridiano: 7,30 – 13,30 per 6 giorni settimanali

La copertura dell’orario è garantita con l’utilizzo razionale ed integrato di tutti gli strumenti previsti dalla vigente normativa(orario ordinario, flessibile, ecc). E’ prevista la prestazione del servizio di tutti gli AT in orario antimeridiano, mentre la prestazione del servizio pomeridiano, sarà collegata alla progettualità prevista dal POF e dalla necessità di ulteriore prestazione straordinaria, sempre preventivamente autorizzata.

 

Assistenti Amministrativi

Orario di servizio

Lunedì – sabato: dalle ore 7,30 alle ore 13,30

Martedì  dalle ore 7,30 alle ore 15,30

Orario al pubblico: tutti i giorni dalle 11,00 alle 13,00

La copertura dell’orario è garantita con l’utilizzo razionale e integrato di tutti gli strumenti previsti dalla vigente normativa (orario ordinario, flessibile, ecc.)

È prevista la prestazione del servizio di tutti gli Assistenti Amministrativi in orario antimeridiano, mentre la prestazione del servizio in orario pomeridiano sarà collegata e tarata in modo congruo a garantire la presenza di tante unità di AA, quante sono richieste dalla progettualità del POF.

L’ufficio didattica garantirà comunque, durante il periodo delle lezioni, un servizio di “front office”  per l’utenza esterna, anche il martedì dalle ore 13,30 alle 15,30.

Presso la succursale di Porto si svolgerà inoltre un servizio di front office tutti i mercoledì dalle ore 8,00 alle ore 11,00 (con esclusione dei periodi di sospensione dell’attività didattica).

Per la turnazione si applica il criterio delle disponibilità e, in subordine, quello della rotazione.

 

Collaboratori Scolastici

Orario antimeridiano dalle 7,30 alle 13,30 e dalle 8,00 alle 14,00 a rotazione; Martedì: dalle 7,30 alle 16,30 durante i periodi delle lezioni. Rientri pomeridiani secondo necessità previste dal POF e dagli impegni organi collegiali.

Nei periodi di sospensione dell’attività didattica tutto il personale rispetterà l’orario antimeridiano dalle  7,30 alle 13,30 dal lunedì al sabato.

La copertura dell’orario è garantita con l’utilizzo razionale e integrato di tutti gli strumenti previsti dalla vigente normativa (orario ordinario, flessibile, ecc.)

È prevista la prestazione del servizio di tutti i Collaboratori Scolastici in orario antimeridiano, mentre la prestazione del servizio in orario pomeridiano sarà collegata e tarata in modo congruo a garantire la presenza di tante unità di CS, quante sono richieste dalla progettualità del POF.

Per la turnazione si applica il criterio delle disponibilità e, in subordine, quello della rotazione.

È assicurata la sovrapposizione dei turni.

 

2.    2.    DISPOSIZIONI COMUNI A TUTTO IL PERSONALE ATA

- Per eventuali ed eccezionali esigenze che richiedano prestazioni in orario notturno o festivo, si farà prioritariamente riferimento ai criteri delle disponibilità e della rotazione.

Ogni prestazione di orario aggiuntivo dovrà essere preventivamente autorizzata dal DSGA.

Nei periodi di sospensione dell’attività didattica tutto il personale rispetterà l’orario antimeridiano dalle  7,30 alle 13,30 dal lunedì al sabato.

- Per le chiusure prefestive del 24 e 31/12/2010, 23/04/2011 e 13/08/2011, deliberate dal Consiglio d’Istituto l’8 ottobre 2010, il personale attingerà, prioritariamente, al recupero delle ore lavorate in più; in mancanza, alle ferie maturate e, in sub ordine le modalità di recupero delle ore non prestate saranno di norma riferite a rientri pomeridiani da effettuarsi entro i 2 mesi successivi.

- Ai sensi dell’art. 53 del CCNL 29.11.2007, potranno essere prese in considerazione le richieste di utilizzazione di orario flessibile, compatibilmente con le esigenze di servizio, del personale che ne faccia richiesta, trovandosi in particolari condizioni di salute o familiari preventivamente illustrate al DSGA.

- Ferie

Per venire incontro alle esigenze del personale e, allo stesso tempo assicurare comunque il servizio, la presentazione delle richieste di ferie estive da parte del personale deve avvenire tassativamente entro la fine del mese di Aprile 2011. Le ferie dovranno essere di norma fruite durante i mesi di luglio e agosto, comunque per un periodo minimo non inferiore a 15 giorni. Eccezionalmente ove non esaurite nei mesi estivi si potranno fruire anche nel corso dell’anno scolastico o durante le festività natalizie e/o pasquali, per motivate esigenze personali o familiari compatibili con quelle di servizio, preventivamente concordate con il DSGA ed autorizzate dal DS. Il piano delle ferie estive sarà predisposto dal DSGA, entro il 31 maggio 2011, che provvederà eventualmente a proporre d’ufficio il periodo di ferie a coloro che NON ne avessero fatto richiesta entro il termine fissato. Per l’Amministrazione sarà criterio prioritario la necessità di garantire la copertura di tutti i settori di servizio. Nel caso di più richieste per lo stesso periodo si terrà conto delle ferie usufruite negli anni precedenti, avendo riguardo ai criteri della disponibilità e della rotazione. Elaborato il piano di ferie, gli interessati possono chiedere di modificare il periodo richiesto, ma l’accoglimento della richiesta è subordinato alla disponibilità dei colleghi allo scambio dei periodi e, comunque, senza che il piano stesso abbia a subirne modifiche nella struttura portante. Nel corso dell’anno scolastico le istanze scritte di ferie dovranno essere indirizzate dal personale richiedente, con almeno 2 giorni di anticipo rispetto a quello di fruizione, al DSGA che provvederà alla concessione, su delega del DS.

 

- In caso di necessità e/o assenza e senza formalismi, si opera in collaborazione tra gli addetti dello stesso servizio, ufficio, laboratorio, sede e/o piano. Per eventuali cambiamenti di funzioni, attività e sedi di lavoro e per situazioni di urgenza e/o emergenza, si provvederà con specifici ed appositi atti o provvedimenti.

 

3.    3.    ISTRUZIONI DI CARATTERE GENERALE

- Tutti i CS dovranno svolgere un’attenta sorveglianza dei locali della sede loro assegnata; in particolare, segnaleranno tempestivamente al DSGA e/o alla Presidenza, eventuali situazioni anomale, di pericolo, di rischio per la sicurezza, nonché eventuali atti di danneggiamento volontario di suppellettili, infissi e impianti di aule, laboratori, servizi e locali ad opera di allievi.

- In caso di impedimento temporaneo da parte di un destinatario del presente ordine (assenza per malattia breve, permessi, ecc.) i colleghi presenti dovranno assolvere alle funzioni del dipendente assente senza formalismi in collaborazione tra addetti dello stesso ufficio, servizio, laboratorio, sede e/o piano. Per periodi più lunghi di assenza saranno impartite direttive specifiche dal DSGA o dal suo sostituto; in caso di particolare necessità è possibile anche il temporaneo spostamento all’interno della sede dell’istituto.

- Non è consentito allontanarsi dal posto assegnato o occupato, se non previa richiesta di autorizzazione.

- La presenza in servizio delle SS.LL. sarà attestata mediante timbratura del cartellino nell’orologio marcatempo.

- Eventuali prestazioni aggiuntive di lavoro straordinario dovranno essere preventivamente autorizzate dal DSGA

- Tutto il personale ATA è tenuto ad assolvere ai propri compiti ed alle mansioni specifiche del proprio profilo di appartenenza (Tabella “A” Profili di Area del personale ATA allegata al CCNL Comparto Scuola 29.11.2007) con solerzia, applicazione e spirito di collaborazione con i colleghi, i superiori e il personale docente.

 

4.    4.    METODOLOGIA DI VALUTAZIONE ED INCENTIVAZIONE

 

Tutto il personale sarà coinvolto nello svolgimento dei compiti istituzionali e specifici delineati nel presente Piano previsto per l’anno scol. 2010/2011 (schede 2, 3, 4, e 5).

Lo svolgimento effettivo delle mansioni aggiuntive previste nel presente Piano, sarà compensato con l’accesso al fondo dell’istituzione scolastica (vedi allegati 5 e 6) previa periodica verifica da parte del DSGA. Il lavoro straordinario sarà riconosciuto solo in caso di preventiva autorizzazione allo svolgimento da parte del DSGA.

 

5.    5.    ATTIVITA’ DI FORMAZIONE

 

Per quanto riguarda il piano di formazione, compatibilmente con le risorse finanziarie, si aderirà alle iniziative previste per i vari profili del personale ATA, organizzate dall’Amministrazione o da altri enti comunque accreditati dal Ministero.

Attualmente si è aderito al corso di formazione sul trattamento dei dati personali, sensibili e giudiziari in attuazione al D.lgs 196/03, rivolto al personale Amministrativo e al DSGA

Nel prossimo mese di novembre è prevista la partecipazione ad un corso di formazione per personale amministrativo e DSGA sulla normativa riferita alla Legge 104.

Compatibilmente con le esigenze di servizio, il personale può partecipare ad iniziative di formazione attinenti il proprio profilo anche in orario di servizio.

 

Fanno parte integrante della presente proposta le seguenti schede in cui è strutturato il piano di lavoro:

·         ·        SCHEDA 1 – Orario di apertura della scuola;

·         ·        SCHEDE 2, 3, 4 – criteri e modalità di svolgimento del servizio, orario, ripartizione dei compiti per ciascun profilo;

·         ·        SCHEDA 5 – proposta di ripartizione del fondo d’istituto; proposta delle aree per l’attribuzione di incarichi specifici per ciascun profilo; proposta delle aree per l’attribuzione di mansioni ai beneficiari dell’ex art. 7

 

IL DIRETTORE S.G.A.

   Teresa Mantovani

SCHEDA 1 – Orario di apertura della scuola – a.s. 2009/10

 

 

DURANTE L’ATTIVITA’ DIDATTICA:

 

 

Lunedì – Sabato: dalle ore 7,30 alle ore 14,00

Martedì: dalle 7,30 alle 16,30

Rientri pomeridiani secondo necessità previste dal POF e dagli impegni organi collegiali

 

NEI PERIODI DI SOSPENSIONE DELL’ATTIVITA’ DIDATTICA

 

 

Lunedì – sabato: dalle ore 7,30 alle ore 13,30

 

DAL TERMINE DELLE LEZIONI AL TERMINE DEGLI ESAMI DI STATO

 

 

Lunedì – sabato: dalle ore 7,30 al termine giornaliero operazioni d’esame

 

GIORNI DI CHIUSURA DELLA SCUOLA:

 

  • Tutte le domeniche
  • Tutte le festività nazionali
  • I giorni prefestivi deliberati dagli Organi Collegiali (soggetti a recupero o fruizione ferie)

 

 

SCHEDA 2 – Funzione e compiti dei Collaboratori scolastici

 

Copertura dell’attività didattica:

 

Lunedì – Venerdì: dalle ore 7,30 alle ore 14,00

Sabato: dalle ore 7,30 alle ore 13,30

Martedì: dalle 7,30 alle 16,30

Succursale San Davide di Porto di Legnago:

Lunedì – Venerdì: dalle ore 7,30 alle ore 14,00

Sabato: dalle ore 7,30 alle ore 13,30

Martedì: dalle 7,30 alle 15,30

 

Rientri pomeridiani secondo necessità previste dal POF e dagli impegni organi collegiali

 

L’orario di servizio può essere attuato con una flessibilità di circa 30 minuti rispetto ai turni assegnati

Funzioni che si intende attribuire ai collaboratori scolastici – sede Porto

 

Area servizio

Unità di personale

Funzioni

Compiti

PIANO TERRA -

2

Apertura e chiusura scuola – servizio centralino – sorveglianza ingresso – pulizia locali e aule –sorveglianza entrata e uscita alunni e pubblico – commissioni esterne – servizio fotocopie – pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi e ai locali

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. sorveglianza entrata e uscita alunni   e pubblico

5. pulizia aule, locali scolastici e laboratori

6. collaborazione nell’attività  didattica

7. servizio di centralino

8. commissioni esterne

9. servizio fotocopie per uso didattico

PRIMO PIANO

2

Apertura e chiusura scuola – sorveglianza scale – pulizia locali e aule – sorveglianza entrata e uscita alunni e pubblico – servizio fotocopie – pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi e ai locali

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. sorveglianza entrata e uscita alunni   e pubblico

5. pulizia aule, locali scolastici e laboratori

6. collaborazione nell’attività  didattica

7. servizio fotocopie per uso didattico

SECONDO PIANO

2

Apertura e chiusura scuola – sorveglianza scale – pulizia locali e aule – sorveglianza entrata e uscita alunni e pubblico – servizio fotocopie – pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi e ai locali

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. sorveglianza entrata e uscita alunni   e pubblico

5. pulizia aule, locali scolastici e laboratori

6. collaborazione nell’attività  didattica

7. servizio fotocopie per uso didattico

TERZO PIANO

3

Apertura e chiusura scuola – sorveglianza scale – pulizia locali e aule – sorveglianza entrata e uscita alunni e pubblico – servizio fotocopie – pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi e ai locali

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. sorveglianza entrata e uscita alunni   e pubblico

5. pulizia aule, locali scolastici e laboratori

6. collaborazione nell’attività  didattica

7. servizio fotocopie per uso didattico

Giovedì,

Venerdì

Sabato

1

Apertura e chiusura scuola – pulizia locali – sorveglianza entrata e uscita alunni e pubblico – servizio fotocopie – pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi e ai locali

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. sorveglianza entrata e uscita alunni   e pubblico

5. pulizia aule, locali scolastici e laboratori

6. collaborazione nell’attività  didattica

7. servizio fotocopie per uso didattico

ORARIO

Lunedì/sabato

Ore 7,30/13,30

Ore 8,00/14,00

Apertura scuola e aule

Secondo turno

 

martedì

Ore 9,30/15,30

Attività pomeridiana

Poiché nel corrente anno scolastico si usufruisce della Palestra annessa alla Scuola Media “Cavalcaselle” di Porto di Legnago, le pulizie verranno effettuate dalla Collaboratrice Scolastica Fazion Giovanna su sua disponibilità.

 

Funzioni che si intende attribuire ai collaboratori scolastici – sede centrale

Area servizio

Unità di personale

Funzioni

Compiti

 

 

 

PIANO TERRA

 

 

 

1

Apertura e chiusura scuola – servizio centralino – sorveglianza ingresso – pulizia locali e aule – sorveglianza entrata e uscita alunni e pubblico – commissioni esterne – servizio fotocopie – pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi e ai locali

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. sorveglianza entrata e uscita alunni   e pubblico

5. pulizia aule, locali scolastici e spazi esterni

6. collaborazione nell’attività amministrativa e didattica

7. servizio di centralino e smistamento telefonate

8. collaborazione nella pulizia degli spazi esterni

9. commissioni esterne

10. servizio fotocopie per uso amministrativo

 

 

 

PRIMO PIANO

 

 

 

1

Apertura e chiusura scuola – pulizia locali e aule – commissioni esterne - pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi e ai locali

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. pulizia aule, locali scolastici e spazi esterni

5. collaborazione nell’attività amministrativa e didattica

6. collaborazione nella pulizia degli spazi esterni

7. commissioni esterne

 

 

 

SEMINTERRATO

 

 

 

1

Apertura e chiusura scuola – pulizia locali, laboratori e aule –  servizio fotocopie e stampa - pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi, ai locali e ai laboratori

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. pulizia aule, locali scolastici, laboratori e spazi esterni

5. collaborazione nell’attività amministrativa e didattica con servizio di fotocopiatura e stampa

6. collaborazione nella pulizia degli spazi esterni

 

 

 

PALESTRA

 

 

 

1

Apertura e chiusura scuola –  pulizia locali e palestra - commissioni esterne - pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi, ai locali e alla palestra

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. pulizia locali scolastici, palestra e spazi esterni

5. collaborazione nell’attività amministrativa e didattica

6. collaborazione nella pulizia degli spazi esterni

Lunedì

Martedì

Mercoledì

1

Apertura e chiusura scuola – pulizia locali – sorveglianza entrata e uscita alunni e pubblico – servizio fotocopie – pulizia spazi esterni

1. apertura e chiusura scuola

2. controllo danni agli arredi e ai locali

3. segnalazione malfunzionamenti e anomalie

4. sorveglianza entrata e uscita alunni   e pubblico

5. pulizia aule, locali scolastici e laboratori

6. collaborazione nell’attività  didattica

7. servizio fotocopie per uso didattico

ORARIO

 

7,30/13,30

Apertura scuola

 

 

8,00/14,00

Secondo turno

 

 

10,30/16,30

Martedì apertura pubblico

 

 

 

 

 

 

Obiettivi che si intendono raggiungere:

 

1.      1.      presenza fissa e inderogabile ai piani di almeno un collaboratore scolastico durante l’attività didattica e collaborazione coi docenti nella sorveglianza al fine di ridurre i danni alle suppellettili e agli arredi della scuola con l’ottimizzazione dei costi sul materiale di manutenzione e fornire una maggiore efficienza di supporto alle attività previste dal POF;

  1. la funzione primaria del collaboratore scolastico è la pulizia di tutti i locali e degli spazi esterni dell’istituzione scolastica;
  2. la vigilanza sugli allievi comporta la necessità di segnalare tempestivamente all’ufficio di Presidenza tutti i casi di pericolo, mancato rispetto dei regolamenti, classi scoperte, ecc.
  3. la vigilanza sul patrimonio prevede la presenza sul posto di lavoro e la sorveglianza dei locali contigui e visibili dallo stesso posto di lavoro. Inoltre si dovrà segnalare tempestivamente all’ufficio di Presidenza eventuali atti vandalici e/o anomalie riscontrate, allo scopo di eliminare i disagi derivanti e per l’eventuale individuazione dei responsabili;
  4. segnalare tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria;
  5. adeguata pulizia dei locali con il lavaggio dei pavimenti, battiscopa, banchi, lavagne, vetri, porte, ecc. usando i normali criteri per quanto riguarda l’uso dei prodotti di pulizia e sanificazione come da schede tecniche e impieghi d’uso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SCHEDA 3 – Funzioni e compiti degli Assistenti amministrativi

 

Copertura del servizio:

  • Lunedì – sabato: dalle ore 7,30 alle ore 13,30
  • Martedì  dalle ore 7,30 alle ore 15,30

 

L’orario di servizio può essere attuato con una flessibilità di circa 30 minuti rispetto ai turni assegnati.

Gli orari di entrata e uscita sono inderogabili salvo comprovate esigenze di servizio per dar modo ai collaboratori scolastici di provvedere alle pulizie degli uffici.

Sezione

Unità di personale

Funzioni

Compiti

AMMINISTRATIVA

2

Amministrazione del personale, assenze personale, pratiche previdenziali

stesura incarichi personale interno ed esterno

certificazioni docenti e ATA

autorizzazione alle libere professioni

preparazione documenti periodi di prova

personale docente e ATA

procedimenti pensionistici e collegati

tenuta fascicoli e registri obbligatori

registrazione presenze e assenze ed emissione relativi decreti

inquadramenti economici e contrattuali, scioperi

stages

convocazioni OO.CC.

CONTABILE

2

Contabilità,   gestione dei compensi fondamentali e accessori

anagrafe delle prestazioni

adempimenti connessi alle attività previste dal POF con relativi adempimenti contabili

raccolta dati per monitoraggio attività

liquidazione compensi fondamentali e accessori personale interno ed esterno

adempimenti fiscali, previdenziali ed erariali

tenuta inventario e relativi registri

elaborazione dati bilancio preventivo e consuntivo

redazione mandati e reversali

rapporti con l’Istituto Cassiere

gestione preventivi e acquisti

Gestione progetti didattici

custodia e gestione materiale di cancelleria per uso ufficio

Pratiche TFR, Disoccupazione

DIDATTICA

3

Gestione alunni e protocollo

 

Informazioni utenza interna ed esterna

Gestione scrutini, esami e assenze alunni

Certificazioni

Gestione tasse scolastiche

Tenuta fascicoli e registri

Infortuni docenti, ATA e alunni e relativo registro

Rapporti con l’assicurazione

Gestione organi collegiali

Iscrizioni e trasferimenti

Circolari scolastiche

Rapporti con Enti Locali e utilizzatori Palestre scolastiche

Monitoraggi attività didattiche

rapporti con succursali per attività didattiche

compilazione e distribuzione diplomi

distribuzione pagelle e documenti scolastici

richieste e trasmissioni documenti studenti

Gite scolastiche e visite guidate

Preventivi viaggi d’istruzione e predisposizione dei prospetti comparativi

Tenuta del registro protocollo

Archiviazione

 

 

 

 

 

 

 

 

Obiettivi che si intendono raggiungere:

 

1.     1.     tutti gli atti amministrativi dovranno essere elaborati secondo procedure rapide e trasparenti e verificati nei contenuti e nella forma prima di essere sottoposti alla firma del del DS o DSGA;

  1. tutte le certificazioni dovranno essere consegnate all’utenza entro il termine massimo di sette giorni dal ricevimento della richiesta;
  2. accesso agli uffici solo da parte degli operatori abilitati secondo le direttive del DSGA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SCHEDA 4 – Funzioni e compiti degli Assistenti Tecnici

 

Copertura del servizio:

  • Lunedì – sabato: dalle ore 7,30 alle ore 13,30
  • Il servizio verrà effettuato su entrambe le sedi a seconda dell’orario previsto per i laboratori.

 

L’orario di servizio può essere attuato con una flessibilità di circa 15 minuti rispetto al turno assegnato

 

Unità

Area

Laboratorio

Compiti

 

 

1

 

 

Area informatica AR02

 

 

Informatica

Supporto tecnico ai docenti di Informatica dei laboratori

Supporto tecnico ai docenti impegnati in attività collegate al POF

Collaborazione con l’Ufficio incaricato degli acquisti per quanto di competenza

Preparazione del materiale per esercitazioni secondo le direttive fornite dal docente

Collaborazione col docente responsabile alle operazioni di inventario a fine anno scolastico

Piccola manutenzione all’interno del proprio laboratorio

Servizio nelle succursali secondo lo schema orario predisposto dai responsabili di laboratorio

 

 

2

 

 

Area chimica e fisica

AR08

 

 

Laboratori di chimica e fisica

Supporto tecnico ai docenti dei laboratori

Supporto tecnico ai docenti impegnati in attività collegate al POF

Collaborazione con l’Ufficio incaricato degli acquisti per quanto di competenza

Preparazione del materiale per esercitazioni secondo le direttive fornite dal docente

Collaborazione col docente responsabile alle operazioni di inventario a fine anno scolastico

Piccola manutenzione all’interno del proprio laboratorio

Servizio nelle succursali secondo lo schema orario predisposto dai responsabili di laboratorio

 

Obiettivi che si intendono raggiungere:

1.      1.      collaborare, secondo le direttive ricevute dall’Ufficio di Presidenza, per ottenere una maggiore efficienza dei laboratori, ottimizzando l’uso dei materiali di consumo e degli accessi internet.

  1. l’impegno generale deve comunque essere mirato ad ottimizzare il funzionamento dei laboratori con il controllo dei costi ed il monitoraggio degli stessi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SCHEDA 5

proposta di ripartizione del fondo d’istituto; proposta delle aree per l’attribuzione di incarichi specifici per ciascun profilo; proposta delle aree per l’attribuzione di mansioni ai beneficiari dell’ex art. 7

ORGANICO: N. 1 DSGA, n. 7 Assistenti Amministrativi, n. 3 Assistenti Tecnici, n. 14 Collaboratori Scolastici

PROPOSTA FONDO ISTITUTO ANNO SCOL. 2010/11 - PERSONALE ATA

 Lordo dip.

MANSIONI BENEFICIARI EX ART. 7

 (in busta paga)

 Lordo dip.

LAVORO STRAORDINARIO AA - AT ore 450

6.525,00

OLIVO TERESINA

2° posizione economica - sostituzione DSGA - stages

1.800,00

LAVORO STRAORDINARIO CS ore 262

2.475,00

NAPPO PATRIZIA

Coord.area didattica-elezioni OO.CC

1.200,00

Collaboratori Scolastici

 

GUARDALBEN GRAZIELLA

Viaggi d'istruzione

1.200,00

Sistemazione sede San Davide CS

2.100,00

ZUFFO VALENTINA

Pratiche esperti esterni - denunce fiscali

1.200,00

Servizi domenicali (scuola aperta, elezioni) CS

600,00

BIANCHI GLORIA

Gestione monitoraggi progetti - Raccordo con succursale

1.200,00

corsi di recupero obbligo formativo CS

2.000,00

RAMARRO RINO

Coord.area chimica e fisica-verifica materiale lab.e rapporti esterni per smaltim.rifiuti

1.200,00

servizi su 2 sedi CS

200,00

ANDRIOLO LAURA

Centralino e raccordo con succursali

600,00

ritiro giornali CS

250,00

RAMAZZOTTO LORENZA

Controllo presidi primo socc.e antincendio

600,00

sportello CIC CS

300,00

SOLATO ANTONIO

supporto amm.e did. (servizio stamperia)

600,00

servizi esterni CS

100,00

FAVALI ANTONELLA

supporto aula inform.e controllo presidi primo soccorso e antincendio

600,00

sostituzione colleghi assenti CS

1.400,00

PAIATTO FRANCA

centralino e supp.amm.e didattico

600,00

intensificazione lavoro sede centrale CS

1.200,00

TUZZA PATRIZIA

supporto amm.e didattico

600,00

Assistenti Tecnici

 

BELLUZZO SIMONETTA

portineria e accoglienza utenza-Porto

600,00

manutenzione AT

400,00

BOLOGNESE DIEGO

pulizia cortile San Davide

600,00

servizi esterni AT

300,00

NADALINI LIDA

centralino e supp.amm.e didattico

600,00

funzionamento e sicurezza laboratori AT

600,00

FAZION GIOVANNA

servizio pulizia palestra SMS Cavalcaselle

600,00

servizi su 2 sedi AT

900,00

CORREZZOLA NICOLETTA

Assistenza handicap

600,00

Sistemazione sede San Davide AT

650,00

INCARICHI SPECIFICI

 LORDO STATO

supporto orientamento AT (scuola aperta)

600,00

verifica periodica attrezzature didattiche e materiale pulizia Porto

800,11

Assistenti Amministrativi

 

raccolta e smistamento comunicazioni interne

600,00

gestione graduatorie

650,00

manutenzione e funz. materiali laboratorio informatica

1.350,00

supporto bilancio

650,00

manutenzione e funz. materiali laboratorio chimica

1.350,00

ricognizione inventariale

650,00

gestione pratiche ricostruzioni carriere

1.350,00

sostituzione direttore amministrativo

400,00

sistemazione degli archivi

1.350,00

servizio succursale

1.500,00

 

TOTALE

6.800,11

 

 

 

 

LORDO DIPENDENTE

24.450,00

 

 

 

LORDO STATO

32.445,15

 

 

 

Il compenso sarà liquidato tenendo conto dell’impegno e della qualità del servizio

 

Turni di servizio secondo il piano di lavoro del Dirigente Scolastico

Collegi Docenti

periodo

durata

turno

3 settembre 2010

9.00 - 11.30

Cicala

15 settembre

14.00 - 16.00

Cicala

5 ottobre

14.00 - 17.00

Cicala

10 dicembre

14.00 – 16.00

Cicala

21 febbraio 2010

14.00 – 17.00

Cicala

19 maggio

14.00 - 17.00

Cicala

16 Giugno

9.00 - 12.00

Cicala

 

Consigli di classe

Coordinamenti di classe di ottobre                                               

Ora Giorno

14.00 – 20.00

Lun 11.10

Correzzola

Mar 12.10

Leati

Mer 13.10

Belluzzo

Gio 14.10

Favali

 

Consigli di classe di novembre

Ora Giorno

14.00 – 20.00

Mar 16.11

Paiatto

Mer 17.11

Fazion

Giov 18.11

Nadalini

Ven 19.11

Andriolo

Consigli di classe di marzo

Ora Giorno

14.00 – 20.00

Lun 14.3

Ramazzotto

Mar 15.3

Tuzza

Mer 16.3

Solato

Gio 17.3

Bolognese

 

Consigli di classe di maggio                                          

Ora Giorno

14.00 – 20.00

Lun 9.5

Cicala

Mar 10.5

Belluzzo

Mer 11.5

Fazion

Gio 12.5

Paiatto

 

Scrutini

Scrutini I quadrimestre

Ora Giorno

14.30 – 20.30

Lun 31.1

Andriolo

Mar 1.2

Belluzzo

Mer 2.2

Bolognese

Gio 3.2

Cicala

Ven 4.2

Correzzola

Lun 7.2

Fazion

Mar 8.2

Leati

Mer 9.2

Solato

Giov 10.2

Ramazzotto

Ven. 11.2

Nadalini

Scrutini II quadrimestre

Ora Giorno

14.00 – 20.00

11.00 – 17.00

Lun 6.6

Leati

 

Mar 7.6

Bolognese

 

Mer 8.6

 

Tuzza

Gio 9.6

Correzzola

 

Ven 10.6

Belluzzo

 

Sab 11.6

Cicala

 

Lun 13.6

Andriolo

 

Mar 14.6

Solato

 

Ricevimenti genitori

Ricevimento generale di dicembre

Giorno e ora

Classi interessate al ricevimento generale

Merc 15 dicembre (14.00-16.30)

classi prime e terze (Sede centrale - Porto)TUZZA/RAMAZZOTTO      +   BOLOGNESE/PAIATTO

Giov 16 dicembre (14.00-16.30)

classi seconde, quarte e quinte (Sede centrale – Porto) ANDRIOLO/NADALINI   +   CICALA/FAZION

Ricevimento generale di aprile

Giorno e ora

Classi interessate al ricevimento generale

Lun 18 aprile  (14.00-16.30)

classi prime e terze (Sede centrale - Porto) TUZZA/RAMAZZOTTO + CORREZZOLA/LEATI

Mar 19 aprile  (14.00-16.30)

classi seconde, quarte e quinte (Sede centrale - Porto)  ANDRIOLO/NADALINI  + FAVALI/CICALA

Riunioni di dipartimento

Periodo

10.30 – 16.30

16 febbraio 2011

TUZZA

29 aprile

SOLATO

29 aprile

FAZION

Altre attività e scadenze

Periodo

argomenti

 

23 ottobre

Elezioni organi collegiali: Consigli di classe

Paiatto – Ramazzotto – Merlo – Cicala – Belluzzo - Bolognese

14-15 novembre

Elezioni organi collegiali: Consiglio di istituto

Cicala

Cinema e filosofia – succursale San Davide

 15 novembre – 11.30/17.30 – Belluzzo

24 novembre – 11.30/17.30 – Correzzola

09 dicembre – 11.30/17.30 – Favali

17 dicembre – 11.30/17.30 - Cicala

I turni potranno subire variazioni                            

 

Si resta in attesa che la S.V., dopo aver espletato l’iter di propria competenza, provveda ad emettere la formale adozione della presente Proposta di Piano Annuale delle attività di lavoro del personale ATA per l’anno scol. 2010/2011.

Nelle more dell’adozione, al presente Piano sarà data provvisoria attuazione per assicurare il funzionamento dei Servizi Amministrativi e Generali.

Legnago, 10/10/2010

 

DSGA - Teresa Mantovani