Norme di comportamento

 

  1. LIBRETTO PERSONALE. Dall’anno scolastico 2016/17 il LIBRETTO PERSONALE viene fornito in formato digitale . A ciascun genitore sarà fornita una password personale per l’utilizzo del libretto
  2. ASSENZE. Le assenze vanno giustificate da un genitore (per gli alunni minorenni) compilando e sottoscrivendo l'apposito modulo sul libretto digitale. La motivazione dell'assenza deve essere sintetica ma precisa. Se le assenze superano i cinque giorni, in caso di malattia, l'ammissione avviene solo su presentazione di certificazione medica che attesti l'assenza di patologie in atto. L'insegnante della prima ora attesta sul registro elettronico di classe che l'assenza è stata giustificata.Ogni cinque assenze l'alunno/a dovrà essere giustificato, tramite comunicazione telefonica, direttamente dal genitore.
  1. Al fine di garantire la continuità dell'azione didattica e per evitare di arrecare disturbo allo svolgimento delle lezioni, gli orari di inizio e fine lezione vanno rigorosamente rispettati. Il ritardo, tranne il caso di irregolarità nel trasporto pubblico, va comunque sempre giustificato dalla famiglia e l'ammissione in classe durante il cambio dell'ora deve essere autorizzata dall'insegnante dell'ora successiva.
  2. ENTRATE E USCITE FUORI ORARIO. Entrate posticipate (comunque non dopo la fine della seconda ora) o uscite anticipate (comunque non prima della fine della quarta ora) sono autorizzate solo per particolari e documentate esigenze: le giustificazioni di ritardo devono essere riportate dall'insegnante dell'ora in cui lo studente entra, mentre i permessi di uscita anticipata vanno registrati dall'insegnante della prima ora. Se lo studente è minorenne, l’uscita dovrà essere accompagnata da un genitore o quanto meno preceduta da una comunicazione telefonica.
  3. COMUNICAZIONE ALLA FAMIGLIA. Nel caso si rilevino un numero di assenze e/o ritardi o altre situazioni che possano suscitare qualche perplessità, la scuola si riserva la possibilità di comunicare tale situazione alla famiglia
  4. INTERVALLO. Durante l'intervallo gli studenti escono dalle aule e sostano ai piani o in cortile. Nel cambio dell'ora, invece, gli studenti attendono in classe l'insegnante senza spostarsi dall'aula o da un piano all'altro della scuola. Se devono spostarsi in aule speciali o laboratori, il trasferimento deve avvenire celermente e in silenzio con tutti gli alunni in gruppo.
  5. USCITE DALL'AULA DURANTE LA LEZIONE. Di regola durante la lezione gli alunni debbono rimanere in aula. Eventuali uscite momentanee possono essere autorizzate dai docenti solo in casi di effettiva necessità e comunque mai per più di un alunno alla volta.
  6. DIVIETO DI FUMO. In tutti gli spazi di pertinenza della scuola è assolutamente vietato fumare.
  7. TELEFONO CELLULARE. L’uso del telefono cellulare all’interno dell’edificio scolastico non è consentito. In particolare durante le ore di lezione il cellulare deve essere spento.
  8. PULIZIA‑DANNI. Gli arredi e gli ambienti scolastici devono essere sempre mantenuti puliti ed in ordine. Qualsiasi eventuale danno al materiale e all'arredo scolastico sarà addebitato al responsabile o all’intera classe.
  9. Gli studenti che giungono a scuola con biciclette o ciclomotori dovranno parcheggiare in modo ordinato negli appositi spazi, senza intralciare passaggi od occupare zone non adibite a tale scopo. Agli studenti è vietato parcheggiare le auto nel cortile della sede di Legnago e nel parcheggio della sede di Porto.
  10. COMPORTAMENTO E ABBIGLIAMENTO. Comportamento e abbigliamento devono essere sempre corretti e conformi alle esigenze proprie della collettività scolastica, in modo da contribuire ciascuno per la propria parte a fare della scuola una comunità fondata sul dialogo e sul rispetto reciproco.
  11. TRASFERIMENTO DEGLI ALUNNI TRA LE DUE SEDI. Le classi che debbono trasferirsi dalla sede di Porto alla sede di Legnago o viceversa devono essere accompagnate dall'insegnante, come previsto in orario. Gli alunni anche singolarmente o in piccoli gruppi durante l'orario scolastico possono passare da una sede all’altra, solo se accompagnati da personale scolastico.

FORMAZIONE CORSI DOCENTI

Piano Nazionale di Formazione Provincia di Verona

AVVISO

PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI QUALIFICATI disponibili ad effettuare attività di docenza/tutoraggio nelle Unità formative dei piani organizzati dalle scuole della provincia di Verona, rivolti al personale docente ed educativo, per il triennio 2016/17 – 2018/19

SCARICA IL BANDO

ACCEDI ALLA PAGINA DI COMPILAZIONE DELLA CANDIDATURA CLICCANDO SU QUESTO TESTO

Visualizza l'annuncio nel sito